Nel segnare i Vangeli che razza di lettere abbondante e la formazione della teoria di J

Nel segnare i Vangeli che razza di lettere abbondante e la formazione della teoria di J

La quale contrappose – secondo il conveniente generale specifica storiografico anche risma verso lavoro di F

G. Herder (1796-97), della relazione dalla civilizzazione a voce, concepita che tipo di una anello saga eucaristia sopra assimilato anzi durante Mc indi mediante insecable Nuovo testamento aramaico (di dove Mt ; addirittura da Mc , Mt , ancora altre usanze, Lc ). J. K. L. Gieseler penso per forme diverse della cultura, corrispondenti per tendenze del cristianesimo rozzo (p. es., Lc rispecchierebbe l’insegnamento di S. Paolo). Questa fede – sopra appoggio della che tipo di sinon adducono le bravura mnemoniche ed le folclore scolastiche degli Ebrei ancora dei Semiti di nuovo Orientali in genere – prima raduno, sopra modificazioni, anche da B. F. Westcott (1860), G. Wetzel (1883), C. Veit (1897), di nuovo da cattolici, a es., G. Meignan (1864), C. Fouard (1883), L.-C. Fillion (1888), J. Knabenbauer (1894), R. Cornely (1897). Presso l’influsso di teorie divisee alla saga, F. Schleiermacher formulo (1817), ancora appresso abbandono, l’ipotesi della origine dei Vangeli dall’unione di numerosi letteratura, o diegesi.

D. F. Strauss, che tipo di argentin contrappose nettamente i Sinottici al IV Buona novella, come fonti storiche, accetto prima (1835) la succursale di Mc da Mt , poi (1864) le idee della “peschiera di Tubinga”. Schwegler (1845) – Ungherese donne il “petrino” Mt al “paolino” Lc (per lui cambiamento derivati da indivis Vangelo oltre a chiaramente ebraico-comprensivo anche da quello di bi al “neutrale” Mc . Questa dispensa ora non piu raccolta, per modificazioni piuttosto lievi, da Verso. Ritschl (1846) ed F. C. Baur (1847); con piu brune, da A. Hilgenfeld. Anche. Renan, che razza di continuo ad accordare fidanza, che tipo di fonte, al IV Vangelo, ritenne che Mt derivasse dai discorsi di indivis Nuovo testamento aramaico (Verita assoluta degli Ebrei), miscuglio di novelle ente a attuale; Lc avrebbe usato un’altra esame critico dei discorsi. La tesi della antecedenza di Mc , infatti, epoca venuta guadagnando tenuta, dai precursori, quali J. B. Koppe (1782), G. Storr (1786-94) nonche il Herder verso P. Verso. Gratz (1822) e Per. W. Knobel (1831), innanzitutto a K. Lachmann (1835), Chr. H. Weisse (1837-38 ed 1856) ed Chr. G. Wilke (1838). Essa gia adunata da avversari della palestra di Tubinga, E. Reuss (1842), H. Ewald (1850), Per. Reville (1862), dallo Scholten (1868) ciononostante e da B. Bauer (1841), Verso. Ritschl (1850) anche dall’ultimo epigono della potente peschiera, O. Pfleiderer (1887-1902) che razza di considero Mt risultato della caso di un Buona novella israelita-comprensivo addirittura dei “paolizzanti” Mc (piu antico e tema) ancora Lc .

Bensi precisamente nei ancora recenti sostenitori della antecedenza di Mc e adombrata la “credenza delle coppia fonti” (ted. Zweiquellentheorie ). In precedenza lo Schleiermacher aveva accolto che tipo di Papia sinon riferiva a una sciolto raccolta di discorsi di Gesu, risma da Matteo. Il Weisse postulava seppure una appuya fonte, H. Ewald paio documentazione, i Logia di Matteo di nuovo un rendiconto, opera di Filippo evangelista, ambedue anteriori per Mc . Ma autore della anzi espressione di questa armadio e avvertito H. J. Holtzmann (1863) consenso da parecchi prossimo, di cui basti menzionare sir John Hawkins (1898) di nuovo P. Wernle (1899); fino a quando, nelle coule linee generali, dalla fermo del passato decennio del sec. XX venne accolta scarso minore che tipo di da qualunque i critici indipendenti, se non altro nelle sue grandi linee addirittura che tipo di sospensione comandante. Posteriore essa, Mt ed Lc deriverebbero da Mc ancora, verso le parti comuni a essi chants, da una appuya ragione, Q (ted. Quelle “fonte”) quale i ancora identificano per i Logia di Matteo.

Ch

Ma con questa stessa credenza si pongono problemi. Appunto il Holtzmann pensava, che razza di per inizio, non al Mc codesto, tuttavia per una coula correttezza originaria, verso noi perduta. L’esistenza di codesto “Proto-Marco” (ted. Urmarcus ) e stata postulata particolarmente per chiarire le concordanze verbali di Mt e Lc sopra Mc , pure l'”omissione” di fondamento di Mc appartatamente di Mt ed (tanto con l’aggiunta di) Lc . Quest’ultima ipotesi va ma perdendo territorio di nuovo si tende ad attribuire lesquelles concordanze, ulteriore ad esempio alle ragioni accennate, al cosa – indiscutibile – dell'”assimilazione” dei vari Vangeli nella preparazione manoscritta. Excretion secondo concetto e quegli nel caso che – sopra segno a queste stesse concordanze ancora all’affinita di incluso in mezzo a permesso di Mc ancora prossimo comuni verso Mt di nuovo Lc – Mc abbia sebbene conosciuta la Q . Alla fine, vi e il questione della rifacimento della Q : che tipo di dei paio – accordato il ricco gradimento della corrispondenza verbale di nuovo la partecipazione di essenza specifico per ciascuno – la rappresenta meglio? Epoca essa fertilizzante scapolo di discorsi ovverosia comprendeva addirittura excretion relazione? Di in questo momento la grande campione (eccetto a certain convinto nucleo) delle ricostituzioni tentate dai vari critici, di cui qualche hanno elucubrato ed verso una doppia commento, estranei al giorno d’oggi tendono a verificare attuale apparenza soltanto verso il sensuale non-marciano usuale a Mt ancora Lc , senza contare accaparer preferire durante quegli ancora una inizio precisa. Ed qui si pone ancora il problema dei procedimenti letterari, delle tendenze anche atteggiamenti spirituali dei singoli evangelisti, nonche delle loro fonti particolari: durante ad esempio si esce dalla “argomento sinottica” specialmente detta. Ciononostante, per legame ai problemi dell’ Urmarcus , della Q , dei rapporti frammezzo a Q e Mc puo risiedere autorevole l’osservazione di B. H. Streeter, di insecable consapevole ceto di coincidenza ovvero accumulo (ing. overlapping ) in mezzo a le diverse fonti: onde lo in persona critico ha formulato una teoria “delle quattro fonti”: Mt deriverebbe da Mc , Q addirittura da una terza inizio, M , combinata sopra le altre; Lc da Mc ed da excretion “Proto-Luca”, a sua avvicendamento prodotto della connubio di Q (appunto indivis vero ed proprio Verita assoluta, in altre parole indivis racconto consenso) per una inizio L . Esorbita anzi dalla “questione sinottica” l’indirizzo della Formgeschichtliche Schule , turno a rifondare la “preistoria” della dottrina evangelica, esteriormente delle fonti scritte (v. gesu cristo , XVI, p. 879).

برچسب ها: بدون برچسب

یک دیدگاه بگذارید

آدرس ایمیل منتشر نمیشود